KOSTENLOSER Versand innerhalb Deutschlands ab 100€
Lista dei desideri Conto Carrello
Paintball_Sports_Paintball_Onlineshop
 
Paintball ai tempi della crisi Corona
martedì Luglio 21, 2020

INTERVISTE A TOBIS – PAINTBALL E CORONA

Tobi, alias Kress di Paintball Channel, era di nuovo in viaggio come redattore freelance per questo numero. Considerata la situazione attuale e il fatto che semplicemente non ci sono tornei da seguire al momento, questa volta ha affrontato un argomento un po' più serio. Il risultato è un'intervista con quattro persone della scena del paintball, in cui parla dell'argomento che attualmente sta muovendo il paintball non solo in Germania, ma in tutto il mondo, la crisi del Corona.

E prima, durante e dopo il Corona virus? – L'ho chiesto a quattro persone della scena. E con questo, benvenuto nel mio articolo. Il mio nome è Tobias, ma molti nella scena mi conoscono come Kress dal canale paintball. Come ognuno di voi, ho acquisito le mie esperienze e intuizioni durante la pandemia di Corona. Tutto sommato posso dire di aver superato il tempo indenne e non vedo l'ora che arrivi la nuova libertà riconquistata. I campi si stanno gradualmente riaprendo e finalmente si può giocare di nuovo a paintball, anche se solo a determinate condizioni. Per darvi uno spaccato quanto più ampio possibile della scena, ho Stephan Steiner come proprietario del campo, Sebastian Prante come negozio proprietario, Oliver Nienhaus come capitano di una squadra con 4 squadre e tanto lavoro giovanile, oltre a parlare con Nic Rippel come giocatore dei campioni tedeschi in carica Breakout Spa. Ripartiamo da dove fa più male, dal campo. Stephan Steiner gestisce insieme alla moglie Franziska il campo di paintball a Solms. Sul suo campo di campionato si svolgono tra l'altro la 1a e la 2a Bundesliga della DPL e ospita numerose squadre di paintball della zona di Francoforte. Lui e il suo team hanno trascorso lo scorso inverno in lavori di ristrutturazione e ammodernamento e hanno così utilizzato le ultime riserve finanziarie per iniziare il 2020 nel migliore dei modi. Sono state acquistate nuove reti, marcatori e coperture e quando finalmente è arrivato il momento di iniziare, il 15 marzo, poco prima dell'inizio della stagione, il campo è stato chiuso durante la notte.

Avevo una vaga idea che qualcosa stesse accadendo e che potessimo essere minacciati di chiusura, dato che seguivo da un po' la questione Corona in Cina, ma non mi aspettavo che ci colpisse così rapidamente e così duramente.' Racconta io Stefano. Ci è voluto un po' di tempo per rendersene conto e a Stephan ci sono voluti alcuni giorni per elaborare la nuova situazione che si era creata all'improvviso. In privato e professionalmente, il campo aveva appena colpito una barriera corallina e non c'era molto tempo per salvare la nave. Ci sono volute complessivamente due settimane prima che arrivassero i primi soccorsi.

"Fortunatamente il governo regionale ha approvato gli aiuti d'emergenza entro 28 ore", ci dice. È stato solo grazie a questo e con l'ulteriore aiuto di negozi amici che il suo campo è riuscito a superare il periodo di chiusura forzata. Inoltre, magliette e buoni sono stati venduti dal campo per generare almeno un piccolo reddito e poter trattenere i dipendenti.

Fortunatamente il campo è di nuovo aperto dalla fine di maggio, ma gli affari continuano a riprendersi lentamente. "Sarà difficile ricostruire la zona cuscinetto per la stagione invernale nel resto dell'estate", spiega Stephan. Il suo campo continuerà a risentire degli effetti del Corona negli anni a venire, di questo è certo.

Tuttavia, Stephan e il suo team hanno deciso di non arrendersi. Al contrario, ora vogliono davvero accelerare per mantenere il campo aperto a tutti gli appassionati di paintball.

Non solo i settori sono stati colpiti finanziariamente dalla pandemia del coronavirus e dalle conseguenti restrizioni, ma anche i rivenditori sono stati duramente colpiti in quel momento. Ho parlato con Basti, il proprietario di PaintSupply a Berlino. All'inizio dell'anno l'ho aiutato a traslocare il negozio. Una decisione presa ben prima del Corona e che già nelle prime settimane ha portato al successo diretto il nuovo negozio di paintball. Anche qui molto tempo e gli ultimi risparmi sono stati investiti nel nuovo negozio e poi tutte le vendite sono crollate da un giorno all'altro. Basti mi racconta le sue esperienze di quel periodo. “Era da 100 a 0 in un secondo. All'improvviso niente clienti e niente vendite, semplicemente niente. È stato come fermarlo con una mazza”, ricorda. Poiché anche i campi da gioco sono stati chiusi, anche il commercio online si è fermato. Per colmare il divario, l’assortimento è stato rapidamente modificato e sono state vendute maschere protettive e attrezzature di autodifesa.

Tuttavia, la situazione è diventata problematica quando il magazzino e tutti i fornitori sono stati esauriti dopo pochi giorni. A Basti non restava quindi altro da fare che sperare per il meglio e prepararsi per il dopo-lockdown. I tuoi inventari sono ora monitorati e aumentati meglio. Inoltre, si cercano nuovi prodotti per ampliare il repertorio per il futuro. Anche a Berlino la gente guarda al futuro e non si lascia demoralizzare.

Ora stiamo passando dagli operatori sul campo e dai negozi al lato del giocatore. Ne ho parlato con Olli del team Herford Mohawks. È capitano della squadra, allenatore e recentemente membro del consiglio di amministrazione del suo club di paintball.

“Una delle mie più grandi preoccupazioni era la neonata squadra BZL. Quattro nuovi tesserati nella DPL, nessuna esperienza, carne fresca. La prestazione in allenamento prima del Corona è stata davvero fantastica e si poteva vedere come i ragazzi e le ragazze migliorassero. È stata effettuata anche la nuova partenza con la 1° squadra. Poi è arrivato il lockdown improvviso, è stata davvero dura”, mi racconta l’esperto paintball dei tornei.

I ragazzi e le ragazze hanno quattro squadre in questa stagione e fortunatamente tutti i giocatori registrati per la stagione DPL sono ancora a bordo. Non appena i campi sono tornati ad essere giocabili, la preparazione per la stagione è continuata. Il sistema di campionato modificato dalla DPL va bene anche per le nostre squadre, ci dice Olli.

"L'importante è che quest'anno ci siano ancora tornei di campionato in cui possiamo competere con gli altri", dice soddisfatto. Ciò che l’intera situazione Corona significherà per le operazioni internazionali di paintball non è realmente prevedibile.

Tuttavia, Nic Rippel è qualcuno che ne è direttamente interessato. L'esperto professionista di paintball gioca per il terzo anno in questa stagione per Breakout Spa, una delle squadre di maggior successo in tutta Europa e pluricampione tedesco di paintball con un proprio campo di allenamento in Belgio. Il blocco transfrontaliero è stato un ostacolo particolare per lui e il suo team. Con giocatori provenienti da tre paesi diversi, i ragazzi hanno dovuto affrontare un problema quasi insormontabile. Ciò che rimarrà nella mente di Nic in particolare sono i ricordi del fatto che dopo due anni hanno cambiato sponsor principale e poco prima del 15 marzo gli è stata consegnata a casa tutta l'attrezzatura per due squadre del torneo. Casse di pennarelli, caricatori, maschere, vestiti e altra attrezzatura per quasi 20 giocatori giacevano intatte nel suo appartamento fino allo scorso fine settimana. I giocatori del Breakout Spa possono ritrovarsi in Belgio solo per allenamenti da metà giugno.

Come squadra stanno ora cercando di prendere tutti gli eventi NXL che potrebbero ancora esserci in Europa e poi volare insieme alla Coppa del Mondo negli Stati Uniti alla fine della stagione. In ogni caso Nic guarda al futuro pieno di aspettative positive e ora non vede l'ora di ricominciare finalmente dopo la lunga pausa.

Tenendo presente tutto ciò, vi preghiamo di mantenere il più possibile le distanze, di lavarvi regolarmente le mani e di indossare mascherine quando andate a fare la spesa. Il canale di paintball e io siamo sopravvissuti negli ultimi mesi grazie all'enorme supporto della scena. Quindi da parte mia ci sarà sicuramente un tempo dopo Corona e molti altri post e video dal Paintball Channel. Vorrei ringraziare tutti coloro che amano il paintball tanto quanto me e che mi sono stati accanto e mi hanno supportato durante il momento difficile. Adesso sta a noi decidere come procedere. Spero che rimaniate tutti in salute. A presto, il tuo crescione.

Warteliste beitreten Wir werden Sie informieren, wenn das Produkt auf Lager ist. Bitte hinterlassen Sie unten Ihre gültige E-Mail-Adresse.